Rossi-Marquez, la confessione lascia tutti di stucco | Come reagirà il “Dottore”?

Rossi-Marquez, la confessione lascia tutti di stucco. Come reagirà il “Dottore”? I due rivali non hanno mai del tutto chiarito i fatti del 2015

A Valentino brucia ancora quanto accaduto in quel di Sepang e Marc non ha mai fatto nulla per riconciliarsi. A distanza di anni lo stesso pilota spagnolo torna sull’accaduto con una sua versione.

Rossi e Marquez podio
Rossi e Marquez podio – TennisPress.it

Sta recuperando a pieno la propria condizione fisica e sembra più convinto che mai a dare battaglia nel prossimo campionato di MotoGP. La rinascita di Marc Marquez passa per il completo utilizzo della forza del braccio destro, infortunatosi gravemente nel luglio 2020. Dopo quattro operazioni, consulti di ogni tipo e una lunghissima riabilitazione, ora sembra che ci siano tutti i presupposti per tornare al vecchio “Cabroncito“.

Il #93 dovrà sviluppare nel migliore dei modi la sua Honda HRC, visto che la RC213V paga un gap troppo importante nei confronti di Ducati e parzialmente Yamaha. A Sepang si inizierà a fare sul serio fra pochi giorni, a inizio febbraio e sono attese diverse novità per la casa giapponese. L’obiettivo è quello di essere pronti per il via della stagione a Portimao, alla fine di marzo.

Rossi-Marquez, la confessione sul 2015 lascia tutti di stucco: lo spagnolo dice nuovamente la sua

Rossi e Marquez
Rossi e Marquez – TennisPress.it

Quello che manca alla MotoGP di oggi è forse un pizzico di notorietà dei personaggi principali. Gli anni in cui imperversavano Rossi, Lorenzo, Marquez, sono ormai alle spalle e senza nulla togliere a Quartararo e Bagnaia, la personalità e il carisma dei predecessori era di certo superiore (come il talento).

I duelli (anche oltre il lecito) visti in quel periodo sono nella esta di tutti gli appassionati, come cimeli incancellabili. Il finale del Mondiale 2015 è ancora una ferita aperta per Valentino che non ha mai digerito il modo in cui gli è sfumato il decimo titolo della carriera. Dopo aver condotto per tutto il campionato la classifica piloti (venne appaiato da Lorenzo solo dopo il GP di Brno), il tutto sfumò sul più bello a Sepang prima e Valencia poi.

Dell’episodio accaduto in Malesia è tornato a parlare anche l’altro protagonista in gioco, ovvero Marc Marquez, interpellato sull’argomento all’interno di una lunga chiacchierata su GQ.

Marc Marquez ne è sicuro: “Fossi stato in Rossi avrei gestito diversamente il finale di quella stagione”

Rossi e Marquez in pista
Rossi e Marquez in pista – TennisPress.it

Al campione di Cervera è stato chiesto dell’ammissione parziale di Lorenzo nel documentario di Amazon Prime, in cui si ripercorrono quei momenti.

“Non lo ammetto apertamente. Non è che non volessi superarlo, ma sorpassarlo avrebbe significato assumersi un grosso rischio. Nel documentario racconto apertamente quello che ho vissuto in quelle settimane. Poi chi vorrà vedere nero, vedrà nero, chi vorrà vedere bianco, vedrà bianco. Chi vorrà mettersi nei panni di un ragazzo di 22 anni che ha vissuto tutto questo, lo vedrà grigio”.

“Una frase che mi definisce bene è che ho carattere, ma ho più pa**e. Nel senso che ho carattere, ma non bisogna toccarmi quello che non mi si deve toccare, perché poi sarà peggio. Le persone spesso mi domandano cosa cambierei del 2015 e penso che cambierei il modo in cui Valentino ha gestito il finale di stagione”.

“Quando non sei il più veloce in pista, cerchi di mischiare più cose, per vedere cosa ne esce di buono”. Quello a cui Marquez fa riferimento è il tentativo di Rossi di parlare del possibile patto tra i due spagnoli alla vigilia di quel Gran Premio della Malesia. Alla fine il mettere le mani avanti non lo ha aiutato, anzi ha sortito l’effetto opposto.

Impostazioni privacy