Tennis, a Wimbledon si cambia: la novità è epocale

Per uno dei tornei più iconici della storia del tennis arriva una svolta epocale: novità a Wimbledon, succederà dal 2023

E’ uno dei tornei più conosciuti al mondo, forse il torneo per eccellenza quando si parla di tennis. Difficile non sentire il fascino dell’erba, non respirare l’atmosfera speciale che si vive ogni anno sui campi di Wimbledon.

Wimbledon
Wimbledon © Ansa

Nel 2023 si disputerà l’edizione numero 136 del torneo inglese, il più antico al mondo. La prima edizione si tenne addirittura nel 1877 e da allora poche cose sono cambiate. Una competizione iconica anche per alcuni aspetti regolamentari che sono rimasti praticamente identici nonostante sia trascorso oltre un secolo. Qualcosa però dalla prossima edizione potrebbe cambiare: si prospetta una vera e propria svolta epocale per Wimbledon.

L’All England Law Tennis Club ha presentato l’edizione che si terrà nel 2023 con inizio il 3 luglio e ultima partita in programma domenica 16.Una edizione che arriva dopo quella da record del 2022 con un incasso di 47.141 milioni di dollari (il secondo più alto di sempre dopo quello del 2019) che, per il 90%, sarà ora redistribuito nel montepremi della prossima stagione. Ma giro d’affari a parte, c’è una novità che è stata annunciata e che colpisce in modo particolare.

Tennis, a Wimbledon si cambia dal 2023: novità rivoluzionaria

Djokovic
Djokovic © Ansa

La novità epocale che ci sarà a Wimbledon nel 2023 riguarda l’abbigliamento. E’ cosa abbastanza nota che sui campi in erba del torneo inglese si possa indossare soltanto abbigliamento bianco, in omaggio ai primi tennisti inglesi che utilizzavano questo colore. Ebbene, il divieto di vestire con intimo colorato cadrà dalla prossima edizione. In particolare, la WTA si è adoperata per trovare un accordo che consentisse alle tenniste di indossare intimo di colore medio/scuro se lo riterranno opportunità.

Una svolta  che è stata così commentata da Sally Bolton, amministratrice delegata dell’All England Club: “Ci impegniamo ad ascoltare i giocatori e ad ascoltare il loro feedback su come migliorare – ha affermato la Bolton –. Abbiamo aggiornato la regola dell’abbigliamento bianco proprio per ascoltare le richieste ricevute“. Cade quindi un tabù e a luglio 2023 i tennisti impegnati a Wimbledon potrebbero anche non scendere più in campo con la classica divisa bianca.