Carlos Alcaraz salta un importante torneo: l’annuncio dello spagnolo

Attraverso una nota su Twitter, l’attuale numero 7 al mondo Carlos Alcaraz ha annunciato il suo forfait ad un torneo importante.

Carlos Alcaraz è senz’altro uno dei talenti più brillanti di questa epoca. Il suo è un tennis completo ed efficace e per questo motivo è considerato una delle principali promesse della Nex Gen.

Carlos Alcaraz
Carlos Alcaraz (Ansa Foto)

Il suo percorso al Roland Garros si è interrotto ai quarti di finale contro il tedesco Alexander Zverev, ma, ad un’età di 19 anni, il futuro è tutto dalla sua parte e avrà tutto il tempo per rifarsi iniziando a vincere i trofei più ambiti.

Dopo l’esperienza allo Slam di Parigi, lo spagnolo aveva programmato il ritorno in campo in occasione del torneo della Regina che anticipa il main event di Wimbledon, ma, i suoi piani sono saltati.

Carlos Alcaraz, l’annuncio su Twitter

Carlos Alcaraz
Alcaraz (Ansa Foto)

Come tutti sapete, ero davvero entusiasta di giocare al Queen’s, ma un leggero problema al gomito me lo impedirà – si legge nella nota –. Spero di tornarci nel 2023… Ci vediamo presto nel Regno Unito tra qualche giorno“.

Dunque, queste le parole del tennista classe 2003, che ha quindi annunciato la sua rinuncia a partecipare al torneo del Queen’s, in programma dal 13 al 19 giugno. Tuttavia, data la natura “leggera”, come definita da lui stesso, dell’infortunio, questo problema non dovrebbe compromettere la sua presenza a Wimbledon.

Perciò, potrebbe essere stata una scelta precauzionale proprio in vista del grande appuntamento sull’erba, dove dovrà reggere il confronto con avversari ben più esperti su una superficie a lui non esattamente più congeniale.

Tuttavia, considerato il suo grande talento, Alcaraz potrebbe comunque avere modo di dire la sua. Per certi versi, la sua situazione è un po’ come quella di Nadal quando aveva la sua stessa età. Il tempo ha dato ragione al maiorchino, che ha ottenuto due titoli dello Slam inglese. Vedremo se lo farà anche con Carlitos, già ribattezzato suo erede.

I numeri di Alcaraz

Il 2022 è la stagione della consacrazione di Alcaraz, che tra aprile e maggio aveva alzato al cielo i due trofei Masters 1000 di Miami e Madrid. Ed è proprio davanti al suo pubblico, che aveva sfoderato le sue prestazioni migliori battendo Norrie, il suo connazionale Rafa Nadal, Novak Djokovic e Alexander Zverev. A febbraio scorso, invece, l’Atp 500 di Rio de Janeiro, mentre nel 2021 per lui arrivarono le gioie di Umago e di Milano, dove vinse le Next Gen Finals.