Ora è ufficiale, si ritira un protagonista del calcio italiano

Dopo 24 anni di onorata carriera trascorsa vestendo diverse maglie, un protagonista del nostro calcio ha deciso di ritirarsi

Purtroppo il tempo scorre veloce e per tutti arriva il momento di dire basta. C’è chi ha dovuto farlo prima dei 40 anni per infortuni e altri motivi e chi invece è riuscito a prolungare la carriera superando la soglia degli “anta”.

Calcio, il portiere si ritira
Calcio, la notizia scuote i tifosi (LaPresse) – Tennispress.it

Gianluigi Buffon lo aveva annunciato soltanto qualche mese fa. A 45 anni e dopo quasi 1000 presenze con tutte le maglie che ha vestito, l’ex portierone della Nazionale ha deciso di appendere i guantoni al chiodo definitivamente.

Ma c’è un altro portiere che, seppur non abbia mai giocato sugli stessi palcoscenici del “collega”, ha fatto la stessa scelta lasciando un bel ricordo a tutti i tifosi delle squadre per cui ha giocato nella sua lunga carriera, durata ben 24 anni.

Stiamo parlando di Alberto Pomini che, cresciuto tra Hellas Verona, San Marino e Bellaria, ha poi difeso i pali di Sassuolo, Palermo, Venezia e Spal. Quest’ultima è stata l’ultima maglia che ha indossato registrando sei presenze nei due anni a Ferrara.

Alberto Pomini si ritira: l’annuncio su Instagram

La prima vera occasione Pomini l’ha avuta con il Sassuolo, dove vi arrivò nel 2004 quando i neroverdi militavano in C2. Da quel momento in poi, sono arrivate 211 presenze e, soprattutto, tre promozioni.

Alberto Pomini si ritira dal calcio
Alberto Pomini annuncia il ritiro (LaPresse) – Tennispress.it

Una scalata storica per il Sassuolo che ha avuto in Pomini un punto di riferimento importante sia dentro che fuori dal campo. Una bandiera, insomma, che per diverse stagioni è stato il titolare contribuendo ai successi del club. Poi, a 32 anni, l’esordio in Serie A e il via alla lunga permanenza nella massima categoria della squadra.

Nel 2017, una nuova sfida, con la maglia del Palermo. Con i rosanero è riuscito a ritagliarsi ancora una volta uno spazio importante fino al fallimento della società. Da lì, il trasferimento al Venezia che lo preleva da svincolato e con cui arriva un’altra promozione in A.

Infine, la SPAL, con cui è rimasto nelle ultime due stagioni, fino al momento, sofferto, del ritiro annunciato attraverso una nota condivisa su Instagram. “È il momento – si legge –, sono onesto, ci ho messo un po’ di tempo per metabolizzarlo e accettarlo, ma sono giunto alla fine di questo splendido viaggio“.

La sua è stata una carriera lunga 24 anni, “vissuti con sacrificio e grandi gioie – ha scritto l’ormai ex portiere –, sempre con il sorriso sulle labbra e conscio di aver dato sempre il massimo“.

Impostazioni privacy