Carlos Alcaraz, che mazzata: ora è ufficiale, c’è il verdetto

Carlos Alcaraz è stato costretto al ritiro a Parigi-Bercy. Gli esami cui si è sottoposto non hanno dato l’esito sperato

Era tra i grandi favoriti, ma ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di un infortunio. Il Parigi-Bercy di Carlos Alcaraz si è fermato ai quarti contro Holger Rune. Sotto di un set e in svantaggio 3-1 al tie break nel secondo, lo spagnolo si è ritirato a causa di un problema fisico.

Carlos Alcaraz
Alcaraz © Ansa

Il numero 1 al mondo ha avuto un fastidio nella zona addominale che gli ha impedito di essere al meglio e di concludere il match, al termine del quale si era detto comunque fiducioso in vista delle Atp Finals. Una speranza quella di Carlos che è svanita in seguito agli esami medici cui si è sottoposto sabato che hanno evidenziato una lesione al muscolo obliquo. La diagnosi è impietosa, sei settimane di stop con conseguente addio alla prima partecipazione in carriera alle Atp Finals di Torino. Al contempo, Alcaraz salterà anche la fase finale di Coppa Davis con la Spagna.

Alcaraz, le dichiarazioni dopo il ritiro a Parigi Bercy

Analizzando il ritiro a Parigi-Bercy, lo spagnolo ha spiegato che ha avvertito qualcosa che non andava agli addominali: “Ho preferito fermarmi per curare il problema – ha affermato -. Non riesco ad allungarmi, a servire e colpire bene di dritto“. Carlos Alcaraz accusa dolore quando ruota il busto e ha raccontato di essersi ritirato perché non riusciva a continuare: “Giocare con tanti pensieri in testa non è semplice, la decisione migliore era ritirarsi“.

Alcaraz
Alcaraz © Ansa

Anche perché ci sono le Finals da giocare e dove il numero 1 al mondo spera di poter partecipare al massimo della condizione fisica. Per farlo però dovrà mettersi alle spalle il problema accusato a Parigi e questo affrontando delle analisi per scacciare via una preoccupazione: “Dovrò fare degli accertamenti ma sono concentrato per essere al 100% a Torino“.

Alcaraz ha spiegato che è la prima volta che accusa questo problema in partita anche se la zona gli ha già dato fastidio in passato: “E’ una zona in cui ho dei problemi. Ora farò degli esami all’addome e vedremo se è lo stesso problema che ho già avvertito“. Soltanto dopo gli accertamenti si capirà se potrà essere presente a Torino per le ATP Finals e in che condizioni.