Djokovic e la dieta per restare al top: tutti i segreti della sua alimentazione

Tra i segreti della longevità di Djokovic c’è anche un’alimentazione davvero unica nel mondo dello sport: scopri tutti i dettagli.

Novak Djokovic, come tanti altri campioni dello sport della sua generazione, è un perfezionista assoluto. Questo vuol dire certamente che in campo cerca di migliorarsi continuamente dal punto di vista tecnico, ma non solo. C’è l’aspetto mentale, per tenere sotto controllo le proprie emozioni, e c’è quello fisico.

Djokovic e la dieta per restare al top: tutti i segreti della sua alimentazione
Djokovic e la dieta per restare al top: tutti i segreti della sua alimentazione (Ansa)

Ed in quest’ultimo campo, il serbo è stato ed è un atleta che ha assolutamente rivoluzionato lo sport. Per la sua preparazione sempre impeccabile e per il fatto di aver limitato al minimo gli infortuni. Il merito di tutto questo, evidentemente, va anche alla sua dieta, con alcune specificità davvero impensabili.

Djokovic, dal miele ai frullati: i dettagli sull’alimentazione del serbo

sua dieta, con alcune specificità davvero impensabili. Djokovic, dal miele ai frullati: i dettagli sull'alimentazione del serbo
sua dieta, con alcune specificità davvero impensabili.
Djokovic, dal miele ai frullati: i dettagli sull’alimentazione del serbo (Ansa)

L’alimentazione di Djokovic è stata completamente trasformata in seguito ad una scoperta abbastanza casuale. Intorno al 2010, infatti, il trentacinquenne di Belgrado ha confessato di aver scoperto di essere intollerante al glutine, che ha poi dovuto eliminare. Probabilmente anche questo ha inciso sul suo salto di qualità evidente nel 2011, anno della definitiva esplosione delle sue qualità.

Da quel momento, la sua dieta è stata perfezionata giorno dopo giorno. Insieme al glutine, Djokovic ha cominciato ad eliminare dalla propria dieta anche alcuni tipi di pomodoro ed i latticini. Altri dettagli importanti, poi, sono emersi nel libro pubblicato nel 2013, Serve to Win. Tra le altre, c’è anche una particolare abitudine per quanto riguarda l’acqua: il 21 volte campione Slam beve infatti solo acqua tiepida, perché quella fredda rallenterebbe la sua digestione.

Celebre, inoltre, è diventata la sua passione per i frullati contenenti le proteine dei piselli, dell’avocado e del burro di anacardi. Un’altra particolarità sta nel fatto che beva anche il tè alla liquirizia, per rilassarsi. In ultimo, va considerato anche il miele di Manuka, dal nettare dei fiori dell’omonimo albero, che cresce tra Nuova Zelanda ed Australia: la molecola antibatterica di questo miele è davvero unica, motivo per il quale molti altri vip lo mangiano.

Di vizi non sembrano proprio essercene. Perché Djokovic evita sia il caffè che l’alcol. Adora il cioccolato, come il suo storico rivale Rafael Nadal. Ma a differenza di quest’ultimo pare riuscire a starne lontano con risultati nettamente migliori. Insomma, tutto finalizzato a migliorare le sue prestazioni. Che in effetti – al netto del fattore anagrafico – sono quasi sempre state superiori a quelle di tutti gli altri, almeno dal famigerato 2011 ad oggi.