Berrettini e Sinner, l’ex tennista li esalta: “Ci sono vicini”

Berrettini e Sinner sono gli azzurri che più si stanno mettendo in evidenza in questi anni e per Francesca Schiavone mancherebbe ormai poco.

Jannik Sinner e Matteo Berrettini sono i due principali protagonisti dell’attuale movimento tennistico azzurro. I due sono gli unici finora che ormai appartengono alla ristretta cerchia di top player mondiali e, d’altronde, c’è una classifica che lo conferma.

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini (Ansa Foto)

Dopo i recenti risultati, l’altoatesino si è guadagnato il numero 1 d’Italia piazzandosi in decima posizione del ranking ATP, mentre il romano ha dovuto fare i conti con l’infortunio e la decisione dell’Associazione di non mettere punti in palio a Wimbledon scivolando al quindicesimo posto.

Ciò, però, non toglie la qualità del gioco offerto da Matteo in occasione dei tornei di Stoccard e Queen’s, dove è stato il dominatore incontrastato fino a doversi piegare al Covid che gli ha impedito di partecipare ai Championships.

E di loro ne ha parlato Francesca Schiavone, a margine della presentazione del suo nuovo progetto “Schiavone Team Lab” a Milano.

Berrettini e Sinner, Schiavone: “È un momento bellissimo per il tennis italiano”

Francesca Schiavone
Francesca Schiavone (Ansa Foto)

In particolare, in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, la ex numero 4 al mondo ha speso parole d’elogio nei confronti dei due giocatori azzurri. “È un momento bellissimo per il tennis italiano – ha esordito in merito –. Non possiamo ancora utilizzare il termine ‘straordinario’, perché né Matte né Jannik hanno vinto uno Slam“.

Tuttavia, questo grande obiettivo, un sogno per qualsiasi tennista, sarebbe ormai prossimo secondo Schiavone. “Però sono molto vicini a questo traguardo – ha proseguito –. Sono due persone splendide, due grandi atleti. Lavorano tanto e si dedicano completamente a questo sport“.

Pensano molto anche alla comunicazione e ai giovani, perché so che fanno tante piccole cose molto belle utili” ha poi aggiunto. Perciò, in definitiva, l’ex giocatrice ritiene che essi siano “degli esempi” e che per il tennis italiano “questo è un momento importante. Saranno dieci anni straordinari” ha concluso.

Intanto, Sinner ha rinunciato al torneo di Amburgo per precauzione, dopo la storta rimediata ai quarti di finale di Wimbledon contro Djokovic, e tornerà a giocare a Umago (25-31 luglio). Berrettini, invece, dopo aver superato il Covid, si sta allenando per partecipare all’impegno di Gstaad della prossima settimana.