Tennis, dall’Inghilterra confermano tutto: impensabile fino a poco tempo fa

Tennis, cambia tutto: fino a qualche tempo fa nessuno lo avrebbe creduto possibile, ma alla fine è successo per davvero

I campioni dell’Atp potrebbero non brindare più all’anno nuovo nella terra dei canguri. Potrebbero farlo altrove, dal momento che il Tour si appresta a cambiare radicalmente sulla scorta delle ultimissime notizie arrivate dall’Inghilterra. Notizie che erano nell’aria da un po’, sì, ma che non era detto venissero confermate.

Tennis Inghilterra conferma
Tennis, sta per cambiare tutto (AnsaFoto) – Tennispress.it

Invece, è successo. L’Atp ha ceduto alle lusinghe dei petrodollari e ha quindi deciso di inserire una nuova tappa nella già fittissima programmazione stagionale. Le è stato trovato uno spazio proprio alle porte della parentesi australiana, più precisamente a ridosso dello Slam che si gioca ogni anno a Melbourne. E così, prima ancora che all’Australian Open, i tennisti saranno impegnati in quello che diventerà, di fatto, il primo Masters 1000 della stagione.

Stando alle indiscrezioni pubblicate dal Times nelle scorse ore, il torneo si giocherà a Riyad, in Arabia Saudita, e si concluderà una settimana prima che inizi il fatidico Major. Non è ancora chiaro, però, se la nuova competizione sostituirà una di quelle già inserite nel calendario o se, invece, si amplierà il numero dei Masters 1000 previsti nel corso della stagione di tennis.

Tennis, cambia tutto: nuova tappa prima della parentesi australiana

Sarebbero due, secondo quanto riferisce il quotidiano britannico, i possibili scenari. L’Atp potrebbe concedere una decima licenza ed estendere dunque il numero dei tornei appartenenti a quella categoria. Oppure, i sauditi potrebbero comprare la licenza da un altro Masters 1000.

Tennis Inghilterra conferma
Novak Djokovic sarà in Arabia Saudita a dicembre per la Diriyah Tennis Cup (Ansa Foto) – Tennispress.it

Stando ai rumors, Miami potrebbe essere interessata all’affare. L’associazione, però, dal canto suo, starebbe valutando l’ipotesi di archiviare l’appuntamento di Parigi-Bercy, la cui organizzazione non proprio meticolosa ha generato numerosissime polemiche, la scorsa settimana. Da qui, l’idea di dare una chance ai sauditi che, questo è poco ma sicuro, non si risparmierebbero né in termini di strutture e né a livello di accoglienza dei giocatori in gara.

Ma passiamo, ora, ai dettagli. Per il momento non c’è ancora nulla di ufficiale, ma è probabile che la prima edizione del Masters 1000 di Riyad si giochi già alla fine del 2024. Dovrebbe avere una durata di 9 giorni e si dovrebbe concludere il 4 gennaio 2025, esattamente una settimana prima dell’inizio degli Australian Open. In attesa che scocchi l’ora X, i sauditi avranno diverse occasioni a disposizione per fare bella figura e per dimostrare di essersi meritati la fiducia dell’Atp. A fine dicembre ospiteranno infatti il torneo di esibizione meglio noto come Diriyah Cup, che ha sempre stuzzicato la curiosità dei big del circuito e che si fregerà, quest’anno, della presenza di Novak Djokovic e Carlos Alcaraz.