Sinner, c’è la sentenza ufficiale: ora è certo, spunta la data

Sinner è ormai a tutti gli effetti uno dei tennisti più forti al mondo, ma ora è arrivata anche la sentenza che lo consacra definitivamente

La scorsa settimana sono andate in scena le Atp Finals di Torino dove a spuntarla ancora una volta è stato Novak Djokovic. Il serbo si è aggiudicato il torneo di fine stagione per la settima volta in carriera firmando un nuovo record assoluto.

Sinner, la sentenza dell'ex campione
Sinner, la “sentenza” esalta i tifosi (LaPresse) – Tennispress.it

Tuttavia, il suo percorso è stato “macchiato” da una sola sconfitta arrivata contro Jannik Sinner, che ha dimostrato a tutti di poter battere chiunque. Contro Nole è stata una vera e propria battaglia sportiva durata oltre tre ore di gioco ma poi, una volta in finale, è stato il serbo a prendersi la rivincita battendo nettamente l’altoatesino.

Ciononostante, per l’azzurro è stata comunque una settimana fantastica nel quale ha tenuto incollato ai televisori quasi sette milioni di spettatori per la sola finale che è diventata la partita di tennis più vista di sempre in Italia.

Ormai tutti conoscono Sinner e sono in tanti a pensare che sia uno dei prossimi fuoriclasse che segnerà un’intera epoca di tennis, compreso un ex campione nostrano che ha lanciato la sua “sentenza” a riguardo.

Sinner, la sentenza dell’ex campione: ne è davvero sicuro

Si tratta di Adriano Panatta, campione di Coppa Davis e Roland Garros, entrambi conquistati nel 1976, e oggi commentatore e opinionista per la Rai. Sinner condivide con lui il record di tennista azzurro più vincente di sempre nell’era Open con 10 titoli, ma per il romano non ci sono dubbi che Jannik possa migliorarsi fino a raggiungere un traguardo storico per tutto il tennis italiano.

Sinner, Panatta sicuro
Sinner, Panatta non ha dubbi (LaPresse) – Tennispress.it

Voglio dire una cosa – le sue parole –: questo ragazzo che abbiamo è straordinario. Gioca bene, è un giovane super educato e in campo si comporta in maniera impeccabile. Io vi dico che lui entro due anni diventerà il numero uno del mondo“.

Dunque, questa la “sentenza” di Panatta, convinto che il 22enne di San Candido possa essere uno dei protagonisti principali del tennis a tal punto da diventare il numero uno della classifica mondiale. Sarebbe il coronamento di un sogno per Sinner, che non ha mai nascosto la sua ambizione di volerlo diventare un giorno. Ora, però, alla luce delle sue recenti prestazioni e vittorie, questo sogno sembra decisamente più vicino e le parole di un esperto come Panatta lo confermano senz’altro.

Per Jannik, però, adesso è di nuovo il momento di scendere in campo con la Nazionale italiana per tentare l’assalto alla Coppa Davis, sfuggita l’anno scorso in semifinale contro il Canada che quest’anno ha già salutato il torneo dopo esser stato eliminato dalla Finlandia.