Alcaraz, così non va: il messaggio preoccupa tutti, è chiarissimo

Carlos Alcaraz è destinato a diventare a dominare il tennis mondiale ma un ex campione lo avverte. Il messaggio è chiarissimo

Un predestinato. Nessuno nutre il minimo dubbio sul ruolo di futuro numero uno del tennis mondiale di Carlos Alcaraz. Il ventenne talento di Murcia, che in Spagna è considerato il vero e unico erede di Rafa Nadal, ha già dimostrato di meritare tutti gli elogi che la stampa e la critica gli hanno riservato.

Carlos Alcaraz rivalità Novak Djokovic
Carlos Alcaraz, nessun titolo per lui da Wimbledon (LaPresse) – Tennispress.it

In pochi alla sua età avevano già vinto due tornei del Grande Slam come Wimbledon e lo Us Open. E se non fosse stato per i problemi fisici accusati in semifinale al Roland Garros contro Novak Djokovic, Alcaraz avrebbe avuto parecchie chance di aggiudicarsi lo Slam parigino

I due fuoriclasse sono impegnati da due anni a questa parte in un lungo duello che si concluderà, quasi certamente, solo nel momento in cui Djokovic deciderà di appendere la fatidica racchetta al chiodo. Nole e Alcaraz in questo 2024 si sono alternati al comando del Ranking Atp in una continua alternanza all’insegna dei colpi di scena.

La finale di Wimbledon vinta dal giovane murciano e costata a Djokovic la conquista dell’intero Grande Slam verrà ricordata come una delle partite più avvincenti e spettacolari degli ultimi anni. Una sfida che ne siamo certi si rinnoverà nelle prossime stagioni.

Alcaraz, un ex fuoriclasse lo avverte: il messaggio è chiarissimo

Ma i grandi tornei a cui assisteremo nei prossimi anni avranno quasi certamente altri protagonisti. Lo stesso Alcaraz non dovrà guardarsi soltanto da Djokovic, ma anche da altri potenziali rivali. Ed è proprio questo il monito che giunge da un grande campione del passato che in quanto a grandi rivalità non ha nulla da invidiare a nessuno.

Connors avverte Alcaraz
Il monito di Cnnors a Carlos Alcaraz (Ansa) – Tennispress.it

Stiamo parlando di Jimmy Connors, vincitore di otto tornei del Grande Slam tra gli anni settanta e ottanta, ex numero uno del mondo e grande rivale di due altri fuoriclasse come John McEnroe e Bjorn Borg. “Penso che se Alcaraz ha battuto Djokovic a Wimbledon è stato un po’ una spina nel fianco per lui. Ma deve stare attento a farlo, perché così ti prepari per un solo giocatore”.

Connors che ha espresso il suo parere in un episodio del podcast Advantage Connors, ha poi poi ammonito: “Capisco che una volta battuto Djokovic, Alcaraz possa pensare di essere in grado di battere anche tutti gli altri, ma non è proprio così”. Il presentimento di Connors, evidentemente, era giusto come dimostra la sconfitta di Alcaraz agli ottavi di Shanghai contro Dimitrov.

Impostazioni privacy