Gianluca Vialli, c’è un doloroso retroscena: il racconto

Un retroscena molto commovente è emerso a mesi dalla scomparsa di Gianluca Vialli. A rivelarlo un ex compagno di squadra

Il 2023 si era aperto molto male per quanto riguarda le cattive notizie ed i lutti del mondo dello sport. In particolare per i tifosi di calcio italiani. Nel giorno dell’Epifania scorsa è venuto a mancare un grande fuoriclasse del passato.

Vialli retroscena Riccardo Ferri
Gianluca Vialli insieme al c.t. Mancini (Ansa) – Tennispress.it

Gianluca Vialli ha perso definitivamente la sua lunga e coraggiosa battaglia contro il cancro. L’ex attaccante della Nazionale italiana aveva scoperto diversi anni fa la malattia e aveva dimostrato di poter conviverci. Ma senza mai illudersi di poterne uscire vittorioso, vista la gravità della situazione.

Un esempio di forza, di lotta e di coraggio Vialli che è riuscito a ritagliarsi un’ultima grande soddisfazione personale. Vincere gli Europei del 2021 da dirigente accompagnatore dell’Italia, con la sua esultanza insieme all’amico fraterno, il c.t. Roberto Mancini, dopo i rigori di Wembley che rimarrà nel cuore di tutti gli appassionati azzurri.

Vialli, il silenzio nella chat ‘Notti Magiche’ e il doloroso addio

La situazione clinica di Vialli è peggiorata improvvisamente a dicembre scorso, quando l’ex bomber di Juventus e Sampdoria è stato costretto al ricovero in una clinica di Londra. I suoi amici e compagni di sempre hanno capito subito che la situazione era grave, come racconta in un commovente retroscena Riccardo Ferri.

Riccardo Ferri retroscena Vialli
Riccardo Ferri, il ricordo di Gianluca Vialli (Ansa) – Tennispress.it

L’ex difensore dell’Inter ha creato anni fa una chat di Whatsapp intitolata “Notti Magiche“, in cui sono presenti tutti i calciatori della Nazionale che ai Mondiali di Italia ’90 sono arrivati terzi con la rappresentativa allenata da Azeglio Vicini. Ferri ha raccontato come, proprio da quella chat, tutti i compagni hanno capito che la situazione di Gianluca fosse peggiorata all’improvviso.

Ci sentivamo sulla chat per gli auguri o per qualche evento particolare. L’ultimo messaggio di Vialli fu per il 27 novembre per il compleanno di Mancini. Poi, quando non ha scritto nulla per il compleanno di Bergomi del 22 dicembre, abbiamo capito. È rimasto in silenzio…

Le parole di Ferri al Corriere della Sera confermano come Vialli sia sempre rimasto legato ai suoi vecchi compagni, anche nei momenti di difficoltà: “Luca ci mancherà, mancherà al calcio italiano. Credo che ci sia molto di Vialli nella vittoria della Nazionale all’Europeo 2021. Rivedendo l’abbraccio forte e spontaneo con Mancini non ho potuto fare a meno di commuovermi“. 

A otto anni dalla scomparsa, nessuno ha dimenticato l’ex attaccante di Juventus e Sampdoria che ora ha anche un successore. Il suo posto in Nazionale è stato preso, infatti, da Gianluigi Buffon.

Impostazioni privacy