Tennis, l’immagine di Iga Swiatek che vi lascerà impietriti: non fatelo a casa

Sta facendo molto discutere un’immagine insolita di Iga Swiatek. Sui social è diventata subito tema di discussione: il parere di un esperto.

Tra le tenniste più forti al mondo c’è ovviamente Iga Swiatek, attualmente al primo posto nella classifica WTA. La tennista di Varsavia ha soltanto 22 anni ma è già riuscita a conquistare tre volte il Roland Garros e a trionfare nella scorsa edizione degli US Open. Inoltre  ha raggiunto le semifinali degli Australian Open e, quest’anno, si è fermata ai quarti di finale di Wimbledon, battuta al terzo dalla Svitolina.

Iga Swiatek allenamento nastro bocca
Iga Swiatek, un’immagine che non passa inosservata (LaPresse) – Tennispress.it

Un’evoluzione straordinaria, quella della tennista polacca, che tra febbraio e giugno 2022 è entrata nella storia centrando la striscia di vittorie più lunga tra le tenniste nel ventunesimo secolo  con ben 37 incontri consecutivi portati a casa.

La Swiatek, inoltre, ha trionfato anche in sei tornei WTA consecutivi, un’impresa che nel nuovo millennio era riuscita solo a Justine Henin. Tra i segreti dei continui successi di Iga Swiatek c’è una metodologia di allenamento maniacale, della quale, negli ultimi giorni abbiamo conosciuto un particolare che sta facendo discutere e non poco.

Lo strano allenamento di Iga Swiatek

Prima di debuttare nel Wta di Toronto, la Swiatek è stata vista allenarsi con un nastro adesivo a coprire la bocca. Con questo metodo, l’obiettivo della tennista era di arrivare a respirare solo con il naso così da migliorare la sua resistenza.

Iga Swiatek foto nastro in bocca
Il metodo di allenamento di Iga Swiatek fa discutere (Ansa) – Tennispress.it

Sono stati i preparatori di Iga Swiatek a proporle questo metodo di allenamento e la tennista polacca ha deciso di seguirlo. Ma si tratta davvero di una pratica corretta? Non c’è il rischio che allenarsi con un nastro adesivo in bocca possa avere conseguenze per la salute?

La Gazzetta dello Sport ha chiesto pareri al dottor Giuseppe Musumeci, direttore dell’unità di cardiologia dell’Ospedale Mauriziano di Torino. Lo specialista ha tenuto a precisare come questo metodo faccia aumentare la frequenza cardiaca perché si assimila meno aria e pertanto il corpo si ossigena meno.

Musumeci ritiene opportuno sconsigliare questo metodo non solo a chi fa sport agonistico, ma anche a chi lo pratica a livello amatoriale. La pratica adottata da Iga Swiatek, infatti, non fa altro che stressare l’organismo, riducendo l’apporto di ossigeno.

Secondo l’esperto, quindi, allenarsi con un nastro adesivo in bocca peggiora le prestazioni: l’atleta di altissimo livello lo fa per aumentare la resistenza, ma per tutti gli altri è solo una pratica “inutile” con pericoli potenziali e incombenti di non poco conto.

Impostazioni privacy