Scintille a Wimbledon, hanno favorito Sinner

Polemica a Wimbledon. Uno dei protagonisti contesta quanto avvenuto e tira in ballo Jannik Sinner

Momento molto positivo per il tennis maschile azzurro, soprattutto grazie agli ultimi risultati giunti dal mitico torneo di Wimbledon. La competizione del Grande Slam sta portando alla luce lo stato di forma top di due fuoriclasse italiani.

Jannik Sinner polemica Zverev Wimbledon
Janniks Sinner grande protagonista a Wimbledon (LaPresse) – Tennispress.it

Infatti sia Jannik Sinner che Matteo Berrettini stanno disputando un torneo davvero esemplare. Se sulle condizioni mentali e fisiche dell’altoatesino non vi erano dubbi,, quelle del romano classe ’96 stanno sorprendendo tutti, visto che Berrettini viene da un periodo molto delicato a causa di infortuni muscolari.

Entrambi sono qualificati agli ottavi di finale dopo aver superato rispettivamente Halys e Zverev. Ma occhio alle polemiche. Non sono passate inosservate, infatti, le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi proprio da Zverev che ha contestato quanto avvenuto nella prima settimana dello Slam londinese.

Zverev non ci sta: l’organizzazione di Wimbledon avrebbe favorito Jannik Sinner

Proprio Alexander Zverev, il tennista tedesco sconfitto nel terzo turno di Wimbledon da Matteo Berrettini per tre set a zero, se l’è presa contro gli organizzatori del torneo che, a suo dire, avrebbero favorito finora il cammino di Jannik Sinner.

Una polemica improvvisa che ha sorpreso tutti. Zverev si è detto poco d’accordo sulla programmazione dei primi turni di Wimbledon, condizionati dalla pioggia che si è abbattuta su Londra. Una gestione che avrebbe fatto comodo all’altoatesino numero 8 del ranking ATP.

Zverev polemica Wimbledon Sinner
Alexander Zverev ha polemizzato con gli organizzatori di Wimbledon (Ansa) – Tennispress.it

Zverev si è pubblicamente lamentato del fatto che Sinner abbia giocato sul campo coperto, così da non soffrire per la pioggia e l’umidità del terreno, mentre atleti come lo stesso tedesco o Berrettini sarebbero stati svantaggiati: “Non so se fosse giusto che Jannik venisse piazzato su un campo coperto per il secondo turno, ci sono stati altri nomi che hanno ottenuto più risultati nel tennis di lui. Come Berrettini che ha giocato una finale qui, o come me“.

Uno svantaggio per Zverev e gli altri, del quale Sinner però non ha affatto colpe. Il tedesco ha precisato infatti che non ha nulla contro Jannik, definendolo un tennista straordinario ed anche una bravissima persona. Le decisioni dell’organizzazione di Wimbledon, evidentemente però non sono affatto piaciute all’ex numero 2 del mondo, il quale, nel frattempo, si è arreso ad uno straripante Berrettini, di nuovo protagonista ai Championship a due anni dalla finale persa con Djokovic.

Impostazioni privacy