Bomba Ferrari-Red Bull: “Offrono il doppio”

Potrebbe arrivare un cambiamento importante in Formula 1. Coinvolta la Red Bull. Il motivo è insormontabile a quanto pare

Non c’è nessun dubbio. Ad oggi la Red Bull è la scuderia dominante in Formula 1. La casa automobilistica anglo-austriaca, di proprietà del colosso delle bevande energetiche, sta facendo il vuoto dietro di sé da quasi tre stagioni.

Red Bull, allarme Marko sul budget cap
Ferrari-Red Bull, la Rossa potrebbe approfittarne (Ansa) – Tennispress.it

Tutto grazie alle innovazioni tecniche di prim’ordine che negli ultimi anni hanno permesso a Max Verstappen e Sergio Perez di guidare una monoposto quasi perfetta. Il comparto tecnico e meccanico della Red Bull ha trovato la quadra e in molti stanno cercando di imitarla ed eguagliarla.

Uno dei motivi della supremazia Red Bull può essere rintracciato negli arrivi di tecnici e ingegneri dalla Mercedes, la squadra da battere prima del trionfo di Verstappen nel 2021. Offerte iper milionarie per alcuni degli uomini di punto della scuderia tedesca che dunque hanno scelto di passare alla Red Bull. Ora però potrebbe essere il team leader del Mondiale a ritrovarsi nella stessa situazione.

Red Bull, l’allarme di Helmut Marko.

Ma chi di denaro ferisce, di denaro perisce. La Red Bull a breve rischia di essere ripagato della stessa moneta e potrebbe assistere all’addio di alcuni membri del settore tecnico e ingegneristico verso altri team rivali.

Nelle scorse settimane si è scritto di un assalto della Ferrari per alcuni dei personaggi più importanti della scuderia campione del mondo in carica. Il budget cap imposto alla Red Bull non permette alla casa di Milton Keynes di aumentare gli stipendi dei tecnici e dunque eguagliare possibili grandi proposte dei rivali.

Red Bull addio tecnici
Helmut Marko lancia l’allarme in casa Red Bull (Ansa) – Tennispress.it

La conferma è arrivata dalle parole del consulente ed ex pilota Helmut Marko: “Il budget cap per noi è un problema non da poco soprattutto per le cifre che vengono offerte ai tecnici. A volte queste sono il doppio di quanto paghiamo attualmente i nostri membri dello staff. Ma chi non va via è perché è mosso dalla passione e dalla voglia di vincere”.

Da casa Red Bull escludono che alcuni uomini di spessore del paddock come Pierre Wache, Enrico Balbo o Paul Monaghan possano lasciare il team  per approdare altrove. Indubbiamente però questi come  altri tecnici di livello possono essere molto tentati dalle proposte della Ferrari e di altri team, pronti a rinforzarsi per provare quantomeno a insidiare uno strapotere della Red Bull sempre più evidente.