Tennis, tensione alle stelle e frasi irripetibili: le hanno sentite tutti (Video)

Mentre tutti attendono il via del Roland Garros, si è verificato un brutto episodio all’Atp 250 di Lione. Che tensione

Ancora qualche giorno di attesa e poi sarà il momento di scendere in campo per tutti i big del tennis internazionale, che dalla prossima settimana saranno di scena a Parigi per giocarsi le loro chance di vittoria al Roland Garros.

Atp Lione, brutto episodio in campo
Parole pesanti durante il match dell’Atp di Lione (LaPresse) – Tennispress.it

Purtroppo, non ci sarà Rafa Nadal, che dopo diciotto anni consecutivi è stato costretto a rinunciarvi a causa del problema muscolare di cui soffre da gennaio. Tra i presenti, invece, ci sono tutti gli altri favoriti, come Djokovic, Rune, Rublev, Tsitsipas, Sinner e anche Medvedev, vincitore per la prima volta a Roma dove ha peraltro conquistato il suo primo titolo in carriera sulla terra rossa.

Per quanto riguarda il femminile, le più attese sono Iga Swiatek, campionessa già nel 2020 e nel 2022, Aryna Sabalenka ed Elena Rybakina, con quest’ultima che, come il collega russo, è reduce dal successo del Foro Italico.

In attesa dell’inizio del Roland Garros, sono in corso due tornei di preparazione all’evento parigino che si stanno disputando, sempre sulla terra rossa, a Ginevra e Lione, entrambi della categoria 250.

Atp Lione, brutto episodio: l’offesa è pesante

Marton Fucsovics, che offesa a Baez
Un brutto episodio all’Atp di Lione (LaPresse) – Tennispress.it

Alquanto competitiva la entry list di Lione in cui spiccano i nomi di Felix Auger-Aliassime, che non sta vivendo il momento migliore della sua carriera, Cameron Norrie, Brandon Nakashima e Francisco Cerundolo, quest’ultimo vincitore su Sinner a Roma.  Un’edizione dunque davvero interessante quella dell’evento frnancese per la quale però si sta parlando per un episodio avvenuto in campo, decisamente poco edificante.

I protagonisti sono stati Sebastian Baez e Marton Fucsovics. Durante il loro match, i due contendenti si sono scambiati un botta e risposta davvero pesante. L’ungherese, in particolare, mentre si accingeva a sedersi sulla sua panchina, ha dato del 12enne all’argentino per via dei suoi “Vamos” ad ogni suo errore. Un atteggiamento, questo dell’avversario, non apprezzato da Fucsovics che ha poi rincarato la dose offendendolo: “Urli come una pu***na“.

Un momento di grande tensione, sul quale, però, il giudice di sedia non ha soprasseduto avvertendo Fucsovics del fatto che non sarebbero state più accettate espressioni offensive come questa. Fatto sta che, a prescindere dall’insulto, alla fine è stato proprio Baez ad aggiudicarsi la vittoria (6-4 7-6) e passare così al turno successivo.

Impostazioni privacy