Cambia un’altra panchina, ora è ufficiale: è stato esonerato

Come un fulmine a ciel sereno è arrivata la notizia dell’esonero dell’allenatore. L’annuncio ufficiale del club.

Nel calcio, si sa, tutto dipende dai risultati. Sono loro a condizionare scelte e decisioni dei club come avvenuto nelle ultime ore in seguito a un pesante ko per 5-0 che è costato la panchina a un allenatore.

Sion, esonerato l'allenatore
Weekend fatale per un allenatore: esonerato dopo la sconfitta (Ansa) – Tennispress.it

Dopo la pesante umiliazione dell’ultima giornata di campionato contro il Servette, il Sion, nella mattinata di lunedì, con un comunicato ufficiale ha deciso di esonerare l’allenatore Davi Bettoni. La squadra di Balotelli sta facendo fatica e l’ultima posizione in classifica ha portato la società ad una brusca sterzata con l’obiettivo di salvare il salvabile e proverà a restare attaccati al treno della massima serie.

Quando mancano 3 giornate alla fine del campionato svizzero e con un punto da recuperare dalla penultima, il Winterthur, il Sion è arrivato dunque a una decisione improvvisa che rende oltremodo ricco di tensione un finale di stagione già molto difficile.

Esonero per l’allenatore, il club ha deciso

Bettoni è arrivato al Sion agli inizi di Marzo ed è rimasto in carica per circa due mesi. Nato a Saint-Priest, il 51enne francese ha avuto una discreta carriera da giocatore prima di intraprendere la carriera da allenatore. Formatosi nel Cannes, e con diverse esperienze in Italia con le maglie di Avezzano, Alessandria, Lucchese, Novara e Brescello, è ritornato proprio al Cannes dove ha iniziato il suo percorso da trainer nel Settore Giovanile.

David Bettoni esonerato dal Sion
Bettoni esonerato dal Sion dopo un 5-0 (Ansa) – Tennispress.it

Nel 2014 è diventato assistente di Zinedine Zidane al Real Madrid: tre vittorie in Champions League e un titolo di campione di Spagna prima dell’approdo al Sion in cui ha collezionato soltanto due vittorie con Lucerna e Grasshoppers (entrambe fuori casa), sei sconfitte e due pareggi, troppo poco per evitare la separazione dal club svizzero a caccia della permanenza della Super League.

Nelle prossime ore la dirigenza del Sion deciderà l’allenatore per le prossime tre gare di campionato in cui Balotelli e compagni affronteranno in rapida successione Young Boys, Lucerna e St. Gallen con l’obiettivo di recuperare il punto di svantaggio dalla penultima e provare a salvarsi per disputare la prossima edizione della Super League Svizzera.

Dalla permanenza del Sion nella massima serie dipenderà anche il futuro di Balotelli per il quale si è scritto anche di un possibile ritorno in Italia. Super Mario ha sempre mercato e qualche squadra, magari di seconda fascia,  potrebbe farci ancora un pensierino.