Lascia la Red Bull e si trasferisce alla Ferrari? Bomba in Formula 1 | Annuncio ufficiale

Annuncio che può rivoluzionare il mondo della Formula 1 ad un mese dall’inizio della nuova stagione automobilistica. Riguarda uno dei manager più importanti in circolazione.

Manca sempre meno al via dell’attesissima stagione 2023 di Formula 1. Un’annata che potrebbe rappresentare una conferma nelle gerarchie del mondo automobilistico, oppure la classica svolta totale che diversi tifosi sperano ed auspicano.

red bull
Insidia Ferrari per la Red Bull – Tennispress.it

In pratica la Red Bull, scuderia con il titolo sia piloti che costruttori in carica, vuole confermarsi cercando di non dare scampo ai suoi rivali. Oppure per la spettacolarità della F1 c’è chi spera che Ferrari e Mercedes, le due contendenti maggiori, possano essere più competitive dello scorso anno.

In particolare per la Ferrari sarà una stagione importante, quella del cambiamento. Come è noto il Cavallino rampante ha scelto di affidarsi ad una strategia differente, allontanando l’ex team principal Mattia Binotto e puntando su Frederic Vasseur, manager molto vicino a Charles Leclerc.

Horner poteva finire in Ferrari: arriva l’annuncio ufficiale del team principal Red Bull

Vasseur sembra però non essere stato l’unico nome sul taccuino Ferrari per il ruolo di team principal dal 2023 in poi. Pare che la Rossa di Maranello abbia provato ad avvicinarsi ad altri manager di qualità ed esperienza per tornare subito in alto.

Il francese ha superato una concorrenza piuttosto ricca, visto che non erano pochi i nomi candidati ad occupare il posto di massimo responsabile nel muretto più prestigioso dell’intera Formula 1. Tra gli altri, che sembra nel periodo delle trattative fossero stati sondati anche quelli di Andreas Seidl, diventato poi il nuovo CEO proprio della Sauber, e soprattutto di Christian Horner.

horner
Christian Horner – Tennispress.it

Gli esperti di F1 sanno bene che Horner è una vera e propria leggenda del mondo Red Bull. Team principal della scuderia di Milton Keynes ormai da una vitta, oltre che uno dei più vincenti e competitivi in circolazione.

Proprio Horner, che quest’anno compie ben 18 anni come manager della Red Bull, ha risposto alle domande del contatto con Ferrari: Sono in questa squadra fin dall’inizio, mi sento molto responsabile per il team – ha spiegato Horner ai microfoni del sito Auto Motor und Sport – è un grande gruppo di persone con cui lavorare. Non credo di essere mai stato tentato di andare via. Mi sento legato alla Red Bull e alle persone che lavorano qui. Quando lavori con un team così eccezionale, perché dovresti voler andare altrove? Essere cercato dalla Ferrari mi ha lusingato, visto che loro sono una grande squadra. Sono sicuro che saranno molto competitivi“.

Dunque conferme sui contatti tra Horner e Ferrari, ma la scelta del team manager britannico è stata ferma e sicura: la Red Bull è il suo passato, il suo presente e pure il suo futuro.

Il palmarès incredibile di Christian Horner in Formula 1

Horner è il secondo manager più vincente di questa generazione, alle spalle di Toto Wolff, team principal Mercedes. A soli 49 anni di età Horner aha già guidato la Red Bull alla conquista di sei titoli iridati Piloti e cinque Costruttori. Uno score paragonabile a quello che a Maranello fu conquistato all’inizio degli anni 2000 da Jean Todt.

Comprensibile dunque come la Ferrari, che non vince un titolo iridato dal 2008, abbia pensato a lui per invertire la spirale di risultati negativi nella quale è precipitata da ormai tre lustri. Horner però non ha mai preso in considerazione la possibilità di lasciare la sua posizione a Milton Keynes, non lasciandosi attrarre nemmeno dall’indubbio fascino che emana la Ferrari, dall’alto della sua storia e della sua tradizione sportiva.