Federer e Nadal, un omaggio incredibile: l’hanno realizzata per loro

Roger Federer e Rafa Nadal protagonisti di un omaggio incredibile: l’hanno realizzata per i loro

Roger Federer e Rafa Nadal. Impossibile parlare di uno, senza parlare dell’altro. L’addio al tennis dello svizzero è stato emblematico di come la rivalità tra i due si sia trasformata in qualcosa di diverso.

Rafael Nadal Roger Federer
Rafael Nadal e Roger Federer – Tennispress.it

Vederli commossi entrambi, mano nella mano, è l’immagine che spiega più di ogni altra cosa il vero senso dello sport, di qualsiasi sport. Anni di sfide in campo, anni però anche di grande rispetto reciproco, di dimostrazione di come due grandi rivali in campo, possano anche essere uniti fuori. Federer e Nadal come testimonial della magia dello sport, della poesia del tennis. Ed è anche per questo che i due tennisti sono diventati i protagonisti di una novità assoluta in Italia.

‘Si vola, stasera’ è il titolo di una canzone che Francesco Sessa, 27enne giornalista sportivo, ha voluto dedicare proprio ai due campioni. Un omaggio a due protagonisti indiscussi del tennis degli ultimi venti anni, due persone che hanno saputo incantare con il loro gioco e avvicinare alla racchetta tantissimi nuovi fan. Tra loro anche lo stesso Sessa che racconta come è venuta fuori questa canzone al ‘Corriere della Sera’.

Una canzone per Federer e Nadal: come è nata

Federer e Nadal
Federer e Nadal – Tennispress.it

Il giornalista, con la passione per la musica fin da bambino, ha voluto mettere in strofe quello che Federer e Nadal hanno significato per lui. “E’ stato spontaneo – ha affermato – pensando alle emozioni che hanno suscitato in me“. Per raccontarlo ha deciso di partire dal testo che, racconta, “è venuto fuori da solo“.

Il motivo è nella ‘magia’ che i due hanno saputo trasmettere: “Ero uno spettatore della loro rivalità e questo ha reso più genuino tutto. Mi sono innamorato del tennis grazie a loro“. Ovviamente una grande rivalità spinge a prendere posizione: “Inizialmente mi sono schierato dalla parte di Federer – ammette Sessa – poi ho amato il dualismo. La loro rivalità, per come è evoluta anche fuori dal campo, è bellezza, è epica e poesia, è scontro e incontro“.

Proprio questi sono i concetti che ha inserito nel testo della canzone: “Il tennis esalta come nessun altro sport le personalità e ha una componente psicologica così forte“. Dentro il campo si sfida anche sé stessi, fuori “ci si immedesima”. Ed allora la canzone parla anche delle “emozioni che hanno provocato in me“.

E così l’autore si domanda come faccia Federer “a trasformare in arte tutto quel che hai” o “a disegnare mondi con la racchetta in mano”, ma anche Nadal “a correre nel vento e non mollare mai” e “a inchiodare sogni con la racchetta in mano”. “Non hai mai sognato cose più belle”, aggiungendo però che “questa è realtà, è storia vera”: la storia della rivalità tra Federer e Nadal. “La vostra magia è fare di un gioco una bella poesia. Che insegna ad amare chi è contro di me”. Insomma c’è il succo della vita nel duello in campo tra due dei talenti più puri che il tennis abbia mai avuto. Ed allora “Si vola, stasera”.