Australian Open, c’è una doppia possibilità per l’Italia: potrebbe accadere davvero

Manca poco al via dell’Australian Open 2023 che potrebbe regalare ai tifosi italiani almeno un derby tutto azzurro.

Ci siamo. Lunedì avrà inizio l’Australian Open, arrivato alla sua 111esima edizione, e che avrà tanti protagonisti che potranno ambire al traguardo massimo della vittoria del titolo.

Jannik Sinner
Jannik Sinner – Tennispress.it

Uno su tutti quel Novak Djokovic che un anno fa, in Australia, affrontava uno dei momenti più bui della sua carriera venendo trattenuto dalle autorità australiane. Dopo il ritorno a casa, ci volle un po’ di tempo per lui prima di tornare il Nole che tutti conosciamo. Uno schiacciasassi da Roma in poi che ha concesso poco e nulla, quando glielo hanno consentito, fino al termine della stagione conclusa con la vittoria delle Atp Finals di Torino.

Anche quest’anno, però, ha ripreso da dove aveva lasciato, ovvero con un altro trofeo, quello di Adelaide, che gli ha permesso di raggiungere Rafa Nadal a quota 92 titoli in carriera.

Nadal, per l’appunto, rivale numero uno del serbo che in questa edizione dell’Australian Open va per il suo 23° Slam. Oltre a loro ci saranno anche i vari Ruud, Tsitsipas, Medvedev, Auger-Aliassime e tanti altri ancora che, con l’assenza di Alcaraz, potrebbero avere una chance in più di vittoria. Così come sperano anche Matteo Berrettini, che l’anno scorso raggiunse la semifinale, e gli altri azzurri Jannik Sinner e Lorenzo Musetti.

Australian Open, possibile doppio derby italiano

Matteo Berrettini Fabio Fognini
Matteo Berrettini e Fabio Fognini – Tennispress.it

Al primo turno, il romano incontrerà Andy Murray, che a Melbourne si è giocato ben cinque finali senza mai vincere. Un fatto, questo, che potrebbe dare qualche motivazione in più allo scozzese. Dall’altra parte, però, c’è un Berrettini che in United Cup ha dimostrato di essere in forma e in fiducia, che in un match contro un due volte campione Slam potrebbero rivelarsi la chiave per andare avanti.

Se così dovesse essere, al secondo turno ci sarà Fabio Fognini per un derby tutto azzurro. Tuttavia, il sanremese dovrà prima superare il “padrone di casa” Thanasi Kokkinakis, reduce dalla semifinale di Adelaide 2.

Quello tra Matteo e Fabio, però, non sarà l’unico derby a cui potremmo assistere in questa edizione dell’Australian Open, poiché il terzo turno del torneo potrebbe regalarci la sfida tra Sinner e Musetti.

L’altoatesino sarà impegnato all’esordio con Kyle Edmund, 28enne britannico numero 583 della classifica Atp che aveva già incontrato, e superato, al primo turno di Adelaide 1 e che quindi rincontrerà nuovamente dopo l’infortunio che lo aveva costretto al ritiro. Per il carrarese, invece, ci sarà l’ostacolo il sudafricano Lloyd Harris, numero 212 Atp.

Quando giocano gli azzurri e dove seguirli

Dunque, da lunedì prossimo inizierà l’Australian Open, trasmesso in diretta live streaming sui canali Eurosport, disponibili sia su Discovery+ che su Sky (canali 210 e 211) e Now. Il primo azzurro a scendere in campo dovrebbe essere Sinner alle ore 1.00 di notte e a seguire Musetti dalle 6.00 di mattina (orario italiano). Nel mezzo, alle ore 4.15, toccherà a Lorenzo Sonego, altro azzurro a Melbourne. Da definire, invece, sulla base delle partite precedenti, gli orari dei match di Berrettini e Fognini.