Tennis, che gioia per la campionessa: “Sono incinta”

La comunità del tennis femminile festeggia la prima bella notizia del nuovo anno con l’annuncio di una campionessa incinta e di una imminente maternità

Dunque il futuro di Ashleigh Barty non sarà nel tennis. Per lo meno non immediatamente. La ex numero #1 del mondo, che quest’anno non difenderà il titolo vinto lo scorso anno all’Australian Open dopo la decisione – davvero clamorosa e assolutamente imprevista – di abbandonare il tennis giocato due mesi dopo il suo trionfo di Melbourne.

Ash Barty, 26 anni, con un delizioso tweet nel quale sono ritratti il suo border collie Origi e un paio di scarpette da bebè, ha infatti annunciato di essere incinta del suo primo figlio.

Tennis incinta Ash Barty
Barty con l’ultimo trofeo conquistato lo scorso anno – Tennis Press

Ash Barty aveva trascorso un 2022 estremamente intenso e dinamico anche dopo l’annuncio del suo ritiro tra eventi promozionali e moltissimi incontri pubblici patrocinati dai suoi numerosi sponsor. Si è dedicata al padel, al golf, un’altra delle sue grandi passioni. Ma anche al cricket, sport nel quale è stata una grande eccellenza nazionale prima di dedicarsi solo ed esclusivamente al tennis.

La decisione del ritiro di Ashleigh Barty era legata soprattutto a motivazioni di carattere personale in parte motivate anche dalle difficoltà legate a due stagioni rese estremamente problematiche dal Covid. “Non voglio più stare lontano dalla mia famiglia, dai miei affetti e non considero più il tennis e l’attività agonistica la priorità più importante della mia vita…” aveva dichiarato la campionessa australiana al momento del suo ritiro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ash Barty (@ashbarty)

 

Tennis, Ash Barty è incinta

La bella notizia della nascita imminente è stata commentata da Ash Barty con parole molto dolci e affettuose: “Il 2023 sarà l’anno migliore di sempre. Siamo così entusiasti della nostra nuova avventura e Origi si sta già dimostrando una sorella maggiore estremamente protettiva”.

Il marito di Ash Barty è il connazionale Garry Kissick, 30 anni un grandissimo appassionato di golf che ha lavorato per molti anni nel club di Brisbane dove i due si sono conosciuti alcuni anni fa iniziando la loro relazione. Da quel momento Ash e Garry sono stati inseparabili. E su tutti i campi dove la campionessa giocava il suo fidanzato, buon giocatore di golf alla ricerca di uno spot da professionista, era costantemente presente con il suo cappellino del Liverpool, squadra di calcio della quale è tifosissimo.

Un tifoso del Liverpool

Anche Kissick ha pubblicato sui propri social la stessa foto con un secondo scatto divertentissimo: un kit da neonato originale del Liverpool con la scritta “Little Red, 2023” e l’emoji di bambino.

Nonostante il suo ritiro Ash Barty è una delle superstar più attese al Melbourne Park in vista dell’Australian Open che inizia la prossima settimana. La tennista pur se lontana dalla scena agonistica, resta una delle stelle indiscusse dello sport nazionale dopo tre titoli del grande slam vinti in carriera e il ritorno del major di casa a un tennista australiano dopo 44 anni senza vittorie, preceduto dalle vittorie del Roland Garros nel 2020 e Wimbledon nel 2021.

Una coppia da favola

Ashleigh Barty Tennis Press 221213
Ashleigh Barty in una delle sue ultime apparizioni pubbliche a Brisbane – Tennis Press

Ash Barty ha sposato Garry Kissick nel luglio dello scorso anno. I due si sono  scambiati gli anelli in una cerimonia privatissima nel Queensland, dove la coppia ha deciso di vivere.
La notizia ha raccolto ovviamente l’entusiastica accoglienza di tutti i tifosi della Barty e persino delle istituzioni australiane. A cominciare dal primo ministro Anthony Albanese che si è unito a decine di migliaia di messaggi di felicitazioni.

Prosegue intanto l’attività editoriale della tennista che ha pubblicato la sua autobiografia “My Dream Time” – un best seller non solo in Australia – e una collana di racconti per bambini. Occupandosi anche della sua fondazione che si occupa dell’avviamento allo sport di giovanissimi che vivono in aree arretrate e disagiate in Australia.

A Melbourne sarà a fianco di quella che è considerata la sua allieva prediletta, Olivia Gadecki, 20 anni, che farà il suo esordio nel torneo che comincia il 16 gennaio.