Sinner, l’obiettivo è sempre lo stesso: per arrivarci lo fa ogni mattina

Jannik Sinner si prepara ad affrontare la nuova stagione e non nasconde le ambizioni: lo fa ogni mattina

Il 2023 è un anno cerchiato in rosso per Jannik Sinner. Il tennista altoatesino ha la possibilità di consacrarsi definitivamente e vuole tornare in top 10.

Jannik Sinner
Jannik Sinner – Tennispress.it

Il nuovo anno parte con un obiettivo chiaro e tante ambizioni. C’è la voglia di imprimere il proprio nome nell’albo d’oro di un Grande Slam, una possibilità che il 21enne ha voglia di rendere concreta, iniziando già dagli Australian Open. Proprio dall’Australia ha iniziato la sua stagione con la partecipazione all’Adelaide International 1, ATP 250 dove ha rivisto alcuni dei migliori tennisti attualmente in circolazione.

In tabellone, infatti, c’è Novak Djokovic, attuale numero 5 al mondo, ma anche indicato quasi all’unanimità come uomo da battere in Australia e non solo. Poi al via anche Daniil Medvedev che al primo turno ha superato l’altro azzurro Lorenzo Sonego. Insomma, un primo test impegnativo per testare le ambizioni di Sinner in vista dell’Australian Open.

Lì dove l’altoatesino lo scorso anno si è fermato ai quarti di finale: sconfitta senza storia con Tsitsipas che accresce la voglia di provare a migliorarsi. Lo stesso tennista ha parlato al suo arrivo nel Paese con un’intervista all’account Instagram degli Australian Open spiegando gli obiettivi per il 2023 e non solo: lo fa ogni mattina.

Sinner ha chiaro l’obiettivo: “Voglio vincere”

Sinner
Sinner – Tennispress.it

Nel corso dell’intervista Jannik Sinner dice in maniera chiara qual è il suo obiettivo per la stagione che ormai ha già preso il via. “Voglio vincere – afferma – . E’ la prima cosa per me. Prima però serve perdere. Il mio debutto in Australia non è stato facile“. Il 21enne, numero 1 del tennis italiano davanti a Berrettini, racconta dei sacrifici per provare ad imporsi: “C’è molto lavoro. Ogni mattina, quando mi alzo dal letto, cerco di migliorare in tutti gli aspetti“.

Poi si sofferma sul 2022 e le cose da migliorare: “La scorsa stagione ho avuto una buona partenza, riuscendo ad arrivare ai quarti di finale a Melbourne. Spero di ripetermi e iniziare bene anche il 2023. Vedremo cosa mi porterà la stagione dentro e fuori dal campo“. C’è attesa quindi per capire fin dove  potrà arrivare il talento italiano che ha però una speranza: “Che possa essere una grande annata“.

Vedremo se Sinner riuscirà a compiere quel salto di qualità che manca per competere davvero sempre ai vertici. Lo scorso anno ha frenarlo sono stati i tanti infortuni che gli hanno privato della possibilità di giocarsi appuntamenti importanti.

Basti pensare al ritiro agli ottavi di finale di Indian Wells o ai quarti di Miami, come pure lo stop al quarto turno del Roland Garros durante il match contro Rublev. Tanti piccoli problemi fisici che lo hanno portato anche a saltare l’appuntamento di fine stagione con la Coppa Davis.

Acciacchi che ora spera siano alle spalle per poter gestire al meglio la nuova annata e far sì che la sua ambizione possa diventare realtà: “Voglio vincere“, dice Sinner appena sbarcato in Australia e proprio a Melbourne si avrà la prima prova del nove.