Notizia terribile per la Formula 1: addio al pilota, fu un esempio nel mondo dei motori

Altra bruttissima notizia in arrivo per il mondo della Formula 1 e dei motori in generale. Il pilota se n’è andato nelle scorse ore, una grave perdita perché era divenuto un esempio di lotta e di innovazione.

La stagione di Formula 1 si è conclusa ormai da qualche settimana, con risultati purtroppo non positivi per la Ferrari, ancora una volta rimasta indietro rispetto allo strapotere della Red Bull di Max Verstappen.

lutto f1
Lutto per la Formula 1 – Tennispress.it

Il pensiero di tutti gli addetti ai lavori e degli appassionati è già rivolto all’annata 2023, che prenderà ufficialmente il via da marzo prossimo. Ma intanto arriva una notizia che ha sconvolto moltissimi tifosi di vecchia data della F1.

Poche ore fa è scomparso un ex pilota che era divenuto un vero e proprio simbolo della lotta, della tenacia e della modernità in Formula 1. Vale a dire Philippe Streiff, automobilista che ha gareggiato in tantissimi gran premi diversi decenni fa.

E’ morto Philippe Streiff: era rimasto paralizzato dopo un incidente in Brasile

Il mondo dei motori dice addio dunque a Streiff. Si tratta di un ex pilota francese, che ci ha lasciato all’età di 67 anni. Una notizia dell’ultima ora davvero triste per chi ama i motori e chi segue questo sporta da diverso tempo e dunque ricorda le imprese di Streiff.

Nato a La Tronche nel 1955, ha partecipato a 54 Gran Premi, la maggior parte dei quali per il team inglese Tyrrell, ottenendo un podio e un totale di 11 punti iridati tra il 1984 e il 1988. Aveva gareggiato anche nella storica corsa 24 Ore di Le Mans.

streiff
Philippe Streiff – Tennispress.it

La carriera e la vita personale di Streiff cambiarono decisamente nel 1989. Aveva 33 anni quando il pilota stava svolgendo delle prove in Brasile alla guida di una Ags e subì un tragico incidente. Da quel momento divenne tetraplegico e fu costretto a muoversi con una sedia a rotelle.

L’incidente di Philippe Streiff ha segnato il mondo della Formula 1, visto che da quel momento in poi la FIA iniziò a rivedere le norme di sicurezza e di primo soccorso ai piloti, limitando le criticità. Lo stesso pilota francese si è dedicato alla difesa dei diversamente abili, con incarichi anche di rilievo in Francia, ma senza lasciare il mondo degli sport motoristici.

Il ricordo di Philippe Streiff del direttore Domenicali

Un esempio di lotta, coraggio ma anche di innovazione nel mondo della Formula 1. La morte di Philippe Streiff lascia sicuramente un grande vuoto emotivo all’interno del mondo dei motori e delle 4 ruote.

“Sono rattristato nell’apprendere della morte di Philippe Streiff. Ha mostrato incredibile coraggio e determinazione per tutta la vita”, ha dichiarato il presidente della F1, Stefano Domenicali, in un tweet.

Meno positiva invece la tendenza di Streiff nel diffondere notizie sulle condizioni di salute di Michael Schumacher, dopo l’incidente sciistico di quest’ultimo nel 2013. L’ex pilota fece trapelare alcune informazioni, che gli misero l’etichetta di “millantatore” da parte della famiglia di Schumi.