Kyrgios non vuole cambiare: lo ha fatto di nuovo

Niick Kyrgios conferma la sua vena polemica e dà vita ad un nuovo battibecco tramite social: il tennista australiano è chiaro

Non si smentisce mai Nick Kyrgios, tennista australiano da sempre protagonista anche fuori dal campo con le sue polemiche.

Kyrgios
Kyrgios – Tennispress.it

Dopo lo sfogo per essere poco apprezzato nel suo paese e il no alla Coppa Davis, Kyrgios ha trovato un altro spunto per far sentire la sua vena polemica. Questa volta sono proprio i tifosi ad essere stati presi di mira dal giocatore che ha utilizzato i social ed in particolare Instagram per far sapere il suo punto di vista. Il primo passo è stata una storia nella quale ha mostrato la sua percentuale di punti vinti nel 2022. Ben il 53,40%, secondo soltanto a Djokovic che comanda questa particolare classifica con il 54,70% di punti conquistati. Un modo per mettere in risalto le sue capacità, al quale è seguito in post abbastanza enigmatico.

Kyrgios, post polemico: ecco cosa ha scritto

Kyrgios
Kyrgios – Tennispress.it

Evidentemente non troppo contento delle critiche ricevute negli ultimi tempi, Kyrgios ha voluto usare i social per fare chiarezza: “Se non vi piace quello che faccio ma guardate tutto quello che sto facendo – il suo post enigmatico – , voi siete dei miei tifosi. Parliamone…“.

Non è certo la prima volta che l’australiano si rende protagonista di polemiche anche via social. L’ultima – prima di questa – aveva preso di mira il ranking ATP dove occupa la posizione numero 22. Una classifica che, ha detto dell’australiano, non rispecchia le vere capacità di un tennista ma tiene conto soltanto della sua costanza ed è troppo legata al numero di tornei disputati invece che al vero talento. Per dimostrare la sua ragione, Kyrgios ha fatto riferimento alla classifica UT (Universal Tennis) che tiene in considerazione altri parametri rispetto al ranking ATP. In questa graduatoria, Kyrgios è al secondo posto dietro Novak Djokovic.

Kyrgios, polemiche costanti: nuovo post

Nick Kyrgios non ha perso la sua vena polemica quindi, come dimostrato anche dai recenti riferimenti alla sua assenza in Coppa Davis. Il tennista ha spiegato di aver preferito i soldi dell’Arabia Saudita, dove è stato protagonista di un torneo esibizione, rispetto al partecipare alla final eight visto che – a suo dire- gli è stato mancato di rispetto e non ha ricevuto il giusto trattamento e il giusto apprezzamento.

Una polemica dietro l’altra quindi in attesa di tornare in campo per qualche competizione ufficiale nel 2023. Kyrgios è atteso da un altro torneo esibizione a Dubai dove prenderà parte dal 19 al 24 dicembre alla World Tennis League. Per il prossimo anno, invece, ha già annunciato la volontà di essere presente al Roland Garros. Anche in questo caso la motivazione per prendere parte al torneo di Parigi è stata decisamente fuori dal comune. Assente dal 2017, è pronto a tornare soltanto per ‘amore’: “La mia ragazza vuole visitare Parigi – le sue parole – quindi ci sarà al Roland Garros 2023. Avrei preferito restare a casa,, ma potrò guadagnare qualche soldo in più“. In aggiunta la ‘solita’ vena polemica: “Ci sono troppi tornei su terra battuta: l’ho detto spesso e lo ripeto. In top 100 ci sono giocatori che neanche conosco soltanto grazie ai tornei su terra“.