Tennis, il ritiro è ufficiale: non c’era altra scelta

È arrivato nelle scorse ore un annuncio di un ritiro piuttosto inaspettato: l’assenza all’inizio del 2023 nasconde un motivo preciso.

Neanche il tempo di chiudere la stagione 2022, con il Canada vincitore della Coppa Davis, che i tifosi sono in fermento per l’inizio della nuova stagione. Un assaggio, sicuramente, lo si avrà già da questa settimana. Tra giovedì e sabato, infatti, in Arabia Saudita si svolgerà la Diriyah Tennis Cup, il primo importante torneo di esibizione come preparazione all’anno venturo.

Tennis, il ritiro è ufficiale: non c’era altra scelta
Tennis, il ritiro è ufficiale: non c’era altra scelta (Ansa)

Che come al solito nasconde tanti motivi di interesse. D’altronde, si parte sempre in Australia, quest’anno il 29 dicembre, ed è ogni volta una corsa contro il tempo. A metà gennaio l’appuntamento più atteso, il primo Slam dell’anno l’Australian Open. Dove, purtroppo, mancherà un’importante stella in campo maschile, che ha dovuto annunciare il suo ritiro dalla competizione.

Tennis, forfait “obbligato”: l’annuncio sorprende i tifosi

Tennis, forfait "obbligato": l'annuncio sorprende i tifosi
Tennis, forfait “obbligato”: l’annuncio sorprende i tifosi (Ansa)

Dopo essersi spinto fino ai quarti di finale 12 mesi fa a Melbourne, il 2022, per Gael Monfils è stato costellato di infortuni. Prima uno in primavera, che lo ha costretto a saltare Roland Garros e Wimbledon, poi ancora a fine estate. Così, l’ultimo torneo giocato dal transalpino resta – ancora oggi – il Masters 1000 del Canada, dove si era fermato negli ottavi di finale.

Ora, dunque, la scelta di saltare l’Australian Open. E questa volta per ragioni non proprio attinenti alla forma fisica. A France Télévisions, il francese è stato molto onesto, nell’illustrare la sua situazione: “Credo tutti voi sappiate della possibilità che offre la classifica protetta, quando non giochi per un certo numero di mesi. So che non devo giocare gli Australian Open per prenderla.

Il 2023 sarà un anno importante per me, di passaggio tra i miei infortuni e il fatto di tornare competitivo per provare a qualificarmi a Parigi 2024.”, ha dunque chiarito. “Non vorrei perdermi quelli che sarebbero i miei ultimi Giochi Olimpici”. Monfils, d’altronde, ha detto in passato di voler giocare fino ai 40 anni. Eppure, essendo diventato papà proprio pochi mesi fa, le sue prospettive sono un po’ cambiate. Nel 2023, tuttavia, vuole assolutamente tornare protagonista.