Djokovic, la notizia esalta i fan: sarebbe la prima volta per lui

Per Novak Djokovic potrebbe esserci una prima volta assoluta in carriera: finora non lo ha mai fatto, fan in estasi

Si può essere stati protagonisti assoluti degli ultimi anni del tennis mondiale, eppure essere alle porte di una prima volta assoluta. Novak Djokovic, racchetta in pugno, ne ha viste di tutti i colori e forse la prossima primavera ne vedrà una in più.

Djokovic
Djokovic © Ansa

Potrebbe esserci una clamorosa prima volta per il tennista serbo, attualmente numero 8 al mondo, e fresco finalista al Masters 1000 di Parigi-Bercy. Djokovic è atteso ora dalle ATP Finals di Torino prima di dare appuntamento al 2023. Un anno che partirà con gli Australian Open, terra non certo ‘amica’ del serbo considerato che nel 2022 è stato costretto a saltare l’appuntamento a causa delle note vicende legate ai vaccini Covid.

Proprio dall’Australia però arriva la proposta che potrebbe mettere Djokovic davanti ad un debutto. E’ Nick Kyrgios a farsi promotore di una indiscrezione su una possibilità che, se confermata, sarebbe davvero tutta da gustare.

Djokovic in doppio con Kyrgios: l’indiscrezione

Kyrgios e Djokovic
Kyrgios e Djokovic © LaPresse

Si parla della possibilità che Djokovic e Kyrgios giochino insieme il doppio ad Open di Serbia in programma il prossimo aprile. Una possibilità di cui parla la stampa serba dopo che il tennista australiano aveva pubblicato una storia su Instagram enigmatica: “Novak e io avremo la rivincita nel suo Paese il prossimo anno. Non siete pronti“.

Del resto il rapporto tra i due è decisamente migliorato nell’ultimo anno, da quanto proprio Kyrgios è stato l’unico a schierarsi dalla parte di Djokovic dopo il no ricevuto alla partecipazione agli Australian Open.

I due, che si sono sfidati nella finale di Wimbledon, si sono anche scambiati simpatiche frasi, sia via social che a mezzo stampa. Krygios ha parlato di “una specie di bromance” tra i due, frase raccolta con il sorriso dal serbo che lo ha ringraziato pubblicamente per essere stato “uno dei pochi giocatori che mi ha difeso pubblicamente“.

In precedenza lo stesso australiano aveva scherzato sui rapporti migliorati con Djokovic: “Ormai siamo fratelli, potrei chiedergli di giocare in doppio insieme“. Che il prossimo anno in Serbia possa succedere davvero?