Panatta, l’omaggio non lascia dubbi: “Come lui ho visto solo Federer”

Un ex collega ha tentato un suggestivo accostamento tra Panatta e Federer, menzionando una qualità invidiabile dell’azzurro.

Per la sua eleganza dentro e fuori dal campo, ed il suo bagaglio tecnico, Roger Federer è considerato uno dei migliori modelli di tennis che ci possa essere. Un tennis, il suo, che ricorda – con le dovute proporzioni – quello di un’altra epoca, principalmente per la capacità dello svizzero di variare e per la sua sensibilità anche nei pressi della rete.

Panatta, l'omaggio non lascia dubbi: "Come lui ho visto solo Federer"
Panatta, l’omaggio non lascia dubbi: “Come lui ho visto solo Federer” (Ansa)

Tutto questo ha fatto sì che l’ex numero 1 del mondo conquistasse il cuore di milioni di appassionati ed ex tennisti, diventando spesso anche il termine di paragone per eccellenza in particolare in alcune fasi di gioco. Ogni accostamento, in realtà, suscita sempre grande sorpresa, ma nonostante questo c’è chi comunque vuol dire la sua. In questo senso, l’ultimo lusinghiero giudizio coinvolge l’italiano Adriano Panatta.

Panatta come Federer: l’esaltante paragone di un grande del tennis azzurro

Panatta come Federer: l'esaltante paragone di un grande del tennis azzurro
Panatta come Federer: l’esaltante paragone di un grande del tennis azzurro (Ansa)

Solitamente, è il romano stesso che parla di Federer, decantandone le lodi e confrontandolo con le nuove leve. Questa volta, però, è proprio lui che è finito per essere paragonato al 20 volte campione Slam di Basilea, che ha annunciato il ritiro proprio lo scorso settembre, giocando in Laver Cup la sua ultima partita.

Ad avvicinare Panatta a Federer è stato il grande amico del campione del Roland Garros 1976, Paolo Bertolucci. Qualche settimana fa, in occasione della festa per il primo anniversario dell’Adriano Panatta Racquet Club a Treviso, il commentatore tecnico di Sky non si è infatti risparmiato nell’apprezzamento verso il suo ex compagno di doppio.

“Adriano”, ha detto, “aveva un rovescio in back bellissimo da vedere. Penso di aver visto solo Federer con un tocco simile. Il talento dell’ex numero 4 del mondo, in fondo, è sempre stato riconosciuto da tutti. E da tempo l’Italia aspetta uno come lui, anche se Panatta stesso ha diverse volte ostentato la propria stima nei confronti dei giocatori italiani attuali. In particolare, in una recente intervista, Panatta ha espresso il suo apprezzamento per Musetti dopo la vittoria all’Atp di Napoli.