Kyrgios e un incontro ravvicinato pericoloso: la reazione del tennista – Video

L’australiano Nick Kyrgios, dopo la finale persa a Wimbledon, è in vacanza alle Bahamas con la sua fidanzata e non rinuncia alle sue escursioni temerarie

La sconfitta in finale contro Novak Djokovic è alle spalle. Archiviata la delusione Nick Kyrgios sta ricaricando le batterie in vista dei tornei Masters americani per prepararsi al meglio all’ultimo slam stagionale, quello di Flushing Meadows.

Nicl Kyrgios
Nick Kyrgios, la finale di Wimbledon lo ha pportato al numero 45 nel ranking ATP (Foto ANSA)

Il tennista australiano ha rispettato i programmi che lo volevano fuori dal circuito per almeno un paio di settimane di vacanza: destinazione Bahamas.

Nick Kyrgios, vacanze e amore

In compagnia della sua fidanzata Costeen Hatzi, Nick Kyrgios è sembrato sereno e a suo agio facendo immersioni, nuotando e tentando persino un paio di escursioni sulla tavola nonostante il mare non garantisse le onde cui è abituato in Australia. Vegano convinto, grande appassionato di animali, Kyrgios si è comportato come qualsiasi altro turista in un paradiso naturale. E ha voluto fare esperienze nuove.

L’incontro con squali e iguane

Nicl Kyrgios
Kyrgios con il trofeo del secondo classificato a Wimbledon (Foto ANSA)

Il paradiso di Rokers Point a Exuma è uno degli scorci più belli e selvaggi dell’arcipelago. Qui Kyrgios, al momento salito al numero 45 del mondo in classifica ATP, si è davvero divertito un mondo.

Ha familiarizzato con le iguane giganti dell’isola, non esattamente amichevoli, dando loro da mangiare frutta fresca e piccoli pezzi di carne. Ha portato a spasso – prendendolo in braccio – un gigantesco maialino selvatico non rinunciando a un frozen margarita e una birra a braccetto con la sua splendida compagna, 21 anni.

In acqua Kyrgios non si è per nulla spaventato nemmeno di fronte a uno dei numerosi squali che popolano la sponda sabbiosa dell’isola. I pescatori locali guadagnano più con i turisti che pescando: e hanno offerto a Kyrgios la grande emozione di dare da mangiare a uno squalo portandolo letteralmente a guinzaglio prima di liberarlo di nuovo in mare aperto.

Kyrgios, maglia NBA e pantaloncini, è sembrato rilassato e a suo agio anche quando ha accarezzato la pinna dello squaletto, che gli si è avvicinato passandogli quasi tra le gambe.

L’australiano non ha tuttavia rinunciato a palestra e due ore di allenamento, in scioltezza. Per lui sono gli ultimi giorni di vacanza. La prossima settimana tornerà in campo a tempo pieno.