Berrettini, lo scenario non è dei migliori: accadrà dopo due anni

Non si mette bene per Matteo Berrettini che potrebbe veder cambiare la sua situazione dopo due anni. Lo scenario non è dei migliori.

Quest’anno, per la prima volta nella storia, a Wimbledon non saranno assegnati punti validi per il ranking. Una decisione, questa dell’Atp, che quindi comporterà una serie di conseguenze a tutti i giocatori, soprattutto a coloro che avevano fatto bene nella scorsa edizione dello Slam londinese.

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini (Ansa Foto)

Tra i nomi più importanti figurano senz’altro quelli del campione uscente Novak Djokovic, che ha già perso la leadership dopo l’uscita ai quarti al Roland Garros, e Matteo Berrettini, finalista dell’edizione scorsa proprio contro il serbo, che inevitabilmente uscirà dalla top 10 per la prima volta dopo due anni.

Troppi i punti in palio a Wimbledon che non potrà difendere per la decisione dell’Atp, a cui si sommano quelli persi per aver saltato l’intera stagione sulla terra rossa a causa dell’infortunio alla mano destra e del relativo intervento che lo hanno costretto a restare ai box per un lungo periodo.

Berrettini fuori dalla top 10 del ranking Atp

Matteo Berrettini
Berrettini (Ansa Foto)

Nello specifico, il tennista romano non potrà difendere i 1200 punti del 2021, a cui si aggiungeranno quelli che perderà per aver saltato l’intera stagione sulla terra rossa causa infortunio, per un totale di 1560. Ci sarà poi da considerare i punti in scadenza, che al momento sono 715 (Halle 2019, Stoccarda 2019 e Queen’s 2020).

In virtù di questa situazione, Berrettini non potrà fare altro che limitare i danni provando a vincere i tornei di Stoccarda, dopo il successo di due anni fa, e quello della Regina, di cui proverà a difendere il titolo conquistato l’anno scorso.

Tuttavia, a prescindere dai risultati che riuscirà ad ottenere in questi tornei, l’azzurro, presumibilmente dal 20 giugno, scivolerà fino al 18° posto del ranking mondiale.

La classifica Atp

Dopo il Roland Garros, la classifica Atp ha visto numerosi cambiamenti. Il più importante riguarda Novak Djokovic, che a Parigi ha perso per mano di Nadal ai quarti di finale. Per lui balzo indietro fino al 3° posto a partire dal 13 giugno, scavalcato da Daniil Medvedev e Alexander Zverev.

Salto in avanti, invece, per il campione Rafa Nadal e l’altro finalista dello Slam parigino Casper Ruud, che già dal 6 giugno hanno guadagno rispettivamente la quarta e sesta posizione.

Ranking Atp, la top 10 (6 giugno 2022)

1 Novak Djokovic 8770 punti
2 Daniil Medvedev 8610
3 Alexander Zverev 8610
4 Rafael Nadal 7525
5 Stefanos Tsitsipas 7525
6 Casper Ruud 5050
7 Carlos Alcaraz 5005
8 Andrey Rublev 4260
9 Felix Auger-Aliassime 3955
10 Matteo Berrettini 3805