Roland Garros, Nadal sconfigge Djokovic. Il serbo: “Se lo meritava”

Rafa Nadal ha sconfitto Novak Djokovic in quattro set. La vittoria gli vale la sua 15esima semifinale al Roland Garros.

Si è conclusa ai quarti l’avventura di Novak Djokovic al Roland Garros. Il campione in carica ha ceduto in quattro set e dopo più di quattro ore di gioco ai colpi di Rafael Nadal, che ha ottenuto la rivincita dell’anno scorso, quando uscì in semifinale proprio contro il serbo.

Novak Djokovic Roland Garros
Novak Djokovic (Ansa Foto)

Lo spagnolo ha avuto un altro passo fin dal primo set, riuscendo ad avere la meglio sull’attuale numero 1 al mondo. Al prossimo turno troverà Zverev. Troppi, invece, gli errori commessi dall’avversario che, pur provandoci a più riprese, non è mai parso in grado di poter puntare alla vittoria del match.

I due si sono incontrati per la 59esima volta, per un duello che va avanti dal lontano 2006, anno in cui si affrontarono per la prima volta. Da quel momento in poi, entrambi hanno costruito una carriera gloriosa, con 21 titoli Slam per Rafa e 20 per Nole, rimanendo per lungo tempo in cima al ranking ATP, dove il serbo, peraltro, ha fatto registrare il record assoluto di 372 settimane.

Roland Garros, Djokovic riconosce i meriti di Nadal

Novak Djokovic Rafael Nadal
Djokovic e Nadal (Ansa Foto)

Nella tradizionale intervista post gara, Djokovic ha commentato la sua prestazione, nonché quella del suo avversario, lasciandosi andare in elogi nei suoi confronti. “Congratulazioni a Nadal – le sue parole –. Lui è stato un giocatore migliore nei momenti importanti. Ha cominciato alla grande, mentre io non ho iniziato così bene“. Infatti, l’avvio di partita del maiorchino è stato semplicemente brillante, con un 6-2 3-0 nella prima ora di gioco.

Poi, il ritorno di fiamma del serbo, che recupera il doppio break di svantaggio vincendo il secondo set. “Stavo guadagnando slancio rientrando nel secondo set – ha affermato –. E ho pensato ‘Ok, sono tornato in gioco“. Ma neanche il tempo di realizzarlo nella mente, che Nadal si è rifatto avanti: “Ha giocato altri due, tre game fantastici all’inizio del terzo – prosegue –. È stato in grado di portare il suo tennis a un altro livello in quei momenti particolari“.

Poi la leggera inflessione del tennista iberico in avvio di quarto set: “Ho avuto le mie possibilità nel quarto. Ho servito per il set, doppio set point. Bastava uno o due colpi per andare al quinto“.

Tuttavia, è andata come è andata. “Ma ancora una volta ha dimostrato perché è un grande campione – conclude –. Stare mentalmente nel presente finendo come ha finito. Congratulazioni a lui e alla sua squadra. Senza dubbio se lo meritava“.