Simona Halep, un duro problema da affrontare: “Ora so com’è”

Nel secondo turno del Roland Garros, Simona Halep ha subito un crollo improvviso che ha influenzato negativamente la sua prestazione.

L’uscita di scena di Simona Halep al secondo turno è senz’altro uno dei colpi di scena di questo Roland Garros. Dopo un primo set giocato alla grande e archiviato in appena mezz’ora, la rumena ha poi ceduto il passo contro la 19enne cinese Zheng Qinwen, uscendo sconfitta per due set a uno.

Simona Halep
Simona Halep (Ansa Foto)

Ma all’inizio del secondo set, avanti peraltro di un break, la ex numero 1 al mondo si è accasciata improvvisamente, chiedendo l’intervento dei medici. In quei frangenti, non era chiaro cosa stesse accadendo. Poi il rientro in campo e la sconfitta finale con un 6-2 6-1 da parte di Zheng.

A chiarire l’episodio è stata la stessa tennista campione dello Slam parigino nel 2018, attraverso un lungo post condiviso sul suo profilo Instagram.

Roland Garros, Simona Halep spiega cosa è successo contro Zheng

Simona Halep
Halep (Ansa Foto)

Dopo un’introduzione in cui ringrazia sentitamente i suoi tifosi, Halep ha spiegato cosa stia passando in questo periodo, rivelando come sia stata vicina al ritiro per un momento. “Gli ultimi 18 mesi sono stati molto duri, emotivi e fisici – racconta –. Dopo aver perso a Doha, il mio messaggio alle persone a me vicine è stato che non avrei potuto più continuare, che con il tennis avevo finito“.

Tuttavia, dopo questo momento difficile, è scattato qualcosa in lei. “In qualche modo ho ritrovato il fuoco e iniziato a sentire di nuovo l’amore per il tennis. Così ho deciso di lavorare duramente e apportare cambiamenti importanti – prosegue –. Sono molto orgogliosa di me stessa per tutto ciò che ho fatto ultimamente“.

Un ringraziamento speciale, poi, al suo allenatore Patrick Mouratoglou, ritratto insieme a lei nella foto condivisa sui social: “Potevo farlo solo con l’aiuto di Patrick e voglio ringraziarlo per essere stato al mio fianco“.

Dopodiché, ha spiegato come sia difficile convivere con le pressioni e le attenzioni di tutti nei suoi confronti, evidenziando un problema già sottolineato nei mesi scorsi dalla sua collega Naomi Osaka. “I risultati sono ovviamente difficili perché le aspettative sono alte. Sono una vincitrice del Grande Slam, un ex numero 1 e ci si aspetta che io vinca – si legge –. Però, nulla dovrebbe essere scontato“.

Dunque, per lei non resta che tornare ad allenarsi per tornare al top: “Per poter toccare di nuovo la cima più alta del tennis ho bisogno di tempo e tanto lavoro. Non è nella mia personalità mollare, quindi domani è un nuovo giorno e sarò pronta per ricominciare“.

Infine, conclude spiegando cosa le sia successo nel match contro Zheng, anche se adesso sarebbe tutto risolto: “A proposito, ora so com’è avere un attacco di panico; non è facile da gestire ma ora l’ho superato e sto già sorridendo! Love, Simona“.